top of page

Il Futuro Verde dei Colli Berici: Verso la Candidatura a Riserva della Biosfera UNESCO

Aggiornamento: 28 mar

Il 13 marzo, presso Villa Cordellina Lombardi a Montecchio Maggiore (VI), ha avuto luogo l'evento inaugurale dedicato al processo di candidatura dei Colli Berici come Riserva della Biosfera, nell'ambito del programma UNESCO "Man And the Biosphere" (MAB). Questa iniziativa è promossa dall'IPA - Associazione di Comuni Area Berica, in partnership con la Provincia di Vicenza e della Regione Veneto, e con il supporto di Adaptev. L'obiettivo è quello di valorizzare le peculiarità ecologiche e culturali dei Colli Berici, promuovendo allo stesso tempo lo sviluppo sostenibile e la conservazione della biodiversità.


La candidatura a Riserva della Biosfera UNESCO

candidatura area berica riserva della biosfera unesco

L’iniziativa mira a includere i Colli Berici tra le Riserve della Biosfera riconosciute dal programma MAB UNESCO, contribuendo al network di riserve che a livello mondiale si impegnano nella tutela dell'ambiente e nella promozione di pratiche di sviluppo sostenibile. Un'eventuale inclusione potrebbe portare benefici in termini di visibilità internazionale, conservazione ambientale e sviluppo locale.

Durante l'evento, sono intervenuti rappresentanti istituzionali e tecnici che hanno sottolineato l'importanza della collaborazione tra enti locali, comunità e specialisti per il successo della candidatura. In particolare, è stato evidenziato il contributo finanziario della Regione Veneto, volto a coinvolgere le comunità locali attraverso eventi e incontri di sensibilizzazione.

Il dibattito ha approfondito i criteri di selezione e le linee guida per le Riserve della Biosfera MAB UNESCO, focalizzandosi sulle caratteristiche specifiche dei Colli Berici. Sono state discusse le potenzialità dell'area in termini di biodiversità, le modalità di coinvolgimento delle comunità locali e l'importanza di integrare conservazione ambientale e sviluppo sostenibile.


I prossimi passi

colli berici candidati a riserva della biosfera unesco

L'incontro ha anche anticipato una serie di eventi tematici, pianificati nei mesi successivi, che si svolgeranno in vari comuni coinvolti nel processo di candidatura. Questi eventi sono progettati per essere esperienziali e coinvolgenti, con l'obiettivo di connettere i partecipanti con il valore ambientale e culturale dei Colli Berici, favorendo una maggiore consapevolezza e partecipazione al progetto.

Il percorso per la candidatura dei Colli Berici a Riserva della Biosfera UNESCO rappresenta un'opportunità di crescita e valorizzazione per il territorio, evidenziando l'impegno verso la sostenibilità ambientale e lo sviluppo equilibrato delle comunità locali nel territorio vicentino. Questa iniziativa sottolinea l'importanza della collaborazione multidisciplinare e del coinvolgimento comunitario nel perseguire obiettivi di conservazione e sviluppo sostenibile.


I prossimi incontri

Giovani e Associazioni - Comune di Pojana Maggiore, presso Villa Pojana, il 04/04.

Scuole – Comune di Lonigo, presso l'Istituto scolastico Trentin il 15/04.

Ruralità – Comune di Castegnero, presso la cantina Costalunga Vini il 10/05.

Forestazione – Comune di Villaga, presso la Birreria "Barbagianni", il 29/05.

Paesaggio – Comune di Orgiano, presso i giardini di Villa Fracanzan Piovene, il 06/06.


Riserve MAB & Turismo - 27 Marzo 2024

Presso la suggestiva cornice del B&B Chez Les Grottes, a Longare, il 27 marzo 2024 si è svolto il primo incontro dedicato all'approfondimento dei vantaggi del riconoscimento come Riserva della Biosfera. Alla presenza di Cristiano Spiller, Assessore Lavori Pubblici Provincia di Vicenza e Eugenio Gonzato, Presidente IPA-Associazione di Comuni Area Berica, si è approfondito il tema del Turismo, in quanto, quando vi è una corretta comunicazione dei valori di un territorio Riserva MAB, si osserva un contestuale incremento dell'attività turistica. Sono stati presentati diversi esempi virtuosi di altri territori riconosciuti in Italia presentati dagli stessi protagonisti, ovvero Natalia Maramotti, referente della Riserva MAB Appennino Tosco-Emiliano e Stefano Zanoni con Tommaso Beltrami per la Riserva MAB Alpi Ledrensi e Judicaria. Grazie a questi esempi si è potuto approfondire quanto il riconoscimento dei Colli Berici possa portare a vantaggi concreti non solo a livello naturalistico e ambientale, ma anche a livello economico e turistico.





コメント


bottom of page